DPI – Soluzioni per la tua protezione

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE

Protezione delle vie respiratorie

La scelta del DPI per la protezione delle vie respiratorie parte dall’individuazione del rischio al quale l’operatore è esposto.

I rischi possono essere vari, tra i quali:

  1. Polveri/fibre: particelle solide generate da frantumazione di materiali solidi
  2. Fumi: particelle solide molto fini che si formano quando si fonde un metallo che poi si raffredda velocemente (es. fumi di saldatura)
  3. Nebbie: minuscole goccioline liquide in sospensione nell’ aria (es. nebbie di oli, fumi di saldatura)
  4. Gas/vapori: sostanze in fase gassosa (es: solventi delle vernici, nebbie di oli, fumi di saldatura)

Protezione delle parti del corpo

    1. Protezione della testa –> Elmetto: fatto con materiale plastico resistente deve possedere i seguenti requisiti: assorbire gli urti; resistere alla perforazione; resistere alla luce solare e alla pioggia; non infiammabilità; avere proprietà dielettriche ( < 10Kv ); non superare i 425gr.
    1. Protezione delle mani/braccia –> Guanti: Protezione da agenti meccanici / termici /elettrici; protezione da agenti chimici e biologici; protezione dal calore / freddo; protezione da radiazioni.
    1. Protezione delle gambe / piedi –> Scarpe di sicurezza:  Le scarpe antinfortunistica devono avere caratteristiche specifiche in relazione al lavoro svolto: sfilatura rapida; lamina antiforo; protezione metatarsale sono solo alcuni dei requisiti necessari.
    1. Protezione degli occhi / volto –> Occhiali: protezione da polveri, spruzzi, liquidi, schegge;
    1. Protezione dell’udito –> Tappi e cuffie acustiche: In base all’intensità, alla durata e alla frequenza del suono .